Evocazioni Musicali

Capitano giorni in cui perdo ore ed ore a cercare in rete le novità musicali, ciò che potrebbe interessarmi, incuriosirmi. Ascolto programmi radiofonici di ‘nicchia’, curioso tra i giornali, cercando qualche autore emergente, qualche gruppo interessante, video intriganti. Altre volte mi perdo a rivangare nel passato, alla ricerca di ciò che mi è sfuggito, di ciò che è per me antecedente o al quale non ho dato importanza al momento giusto. Leggo i testi, li traduco e cerco in essi quelle piccole perle di inestimabile valore, conservate all’interno magari di poche semplici parole.

E le liste degli album aumentano, gli appunti sui testi si impilano in malloppi cartacei e lo studio prosegue costantemente.

Ci sono una serie di scaffalature sparse per casa. E su di esse decine di CD o musicassette impilate, pronte ad essere inserite nello stereo. I titoli sono tra i più disparati, colorati, sbiancati, impolverati.

Nella maggior parte dei casi però, succede che molti artisti mi colpiscono per un periodo tendenzialmente breve e da li a poco, il grosso del lavoro ascoltato, finisce nel dimenticatoio.

Occasionalmente succede invece che alcuni brani, alcuni album, alcune parole, si inseriscano così prepotentemente nella mia vita da cominciare a farne parte, da incarnarsi nel mio spirito, da infondersi nella mia essenza, da plasmare i miei giorni, occupare il mio cuore, i pensieri, accompagnare i sentimenti.

Ma questi “Pezzi”, non solo semplici brani,non solo semplici artisti, non solo semplici CD. Sono chiavi. Chiavi per aprire le porte del cuore. Sono ponti, per varcare le porte dell’essenza. Sono vele, per solcare gli oceani dello spirito. Sono brace per alimentare le fiamme del nostro Essere. Sono canali che ci permettono di evocare gli spiriti. Quegli spiriti che come noi hanno saputo cogliere quella quintessenza, e con i quali ci troviamo a condividere un universo di passioni, con i quali condividiamo le stesse pene, le stesse gioie che si sono tatuate sulla nostra pelle, abbrustolita dalle scottature che l’esistenza può dare.

E spesso restano li, accantonati in un angolo segreto, buio, lontano dagli sguardi, dalla luce del sole, lontano dalla quotidianità. Difficilmente raggiungono la macchina, e se lo fanno è solo in copia dall’originale, difficilmente vengono esibiti, anche se l’ascolto li ha quasi consumati. Pochi brani per poche emozioni. Ma Uniche ed irripetibili.

Si tratta di poche copertine, volontariamente accantonate. A loro non si sa come ne quando, ho legato momenti irreversibili ed unici, irripetibili emozioni o sensazioni, a volte turbolente a volte esoteriche o lisergiche, dolcezza infinita o più spesso tristezza o rabbia. Un piccolo scrigno di magia dove poter attingere al passato tramite la misteriosa forza che la musica può scaturire.

Molti di questi brani straordinariamente evocativi e profondi, implicano stati d’animo unici e rari e sono indissolubilmente legati alla vita personale di tutti quegli individui, sufficentemente sensibili che hanno saputo attingere a questa Energia, che hanno avuto il privilegio di dissetarsi di questo nettare.

Non possiamo sprecare questi canali ispirazionali, questi collegamenti con i mondi paralleli delle nostre emozioni. Ogni ascolto è rievocazione di un momento unico, ogni nota accompagna una sensazione irripetibile. Legati forse a momenti o attimi molto sentiti , talvolta queste tracce ci permettono di accedere a quei portali che normalmente sono di difficile accesso, reconditi dietro sinapsi di ricordi , avvinghiati a misteriose trecce di sentimenti, intersecano quella che è la fitta trama delle emozioni che la vita dona a ciascuno di noi.

Questa… lista, collezione, è assolutamente personale e non condivisibile.

Ogni uomo, ogni singolo che abbia saputo percepire una scossa, un’emozione, si sia nutrito anche solo per un istante di quell’essenza che alcuni brani, alcuni autori, parole, musiche, suoni di artisti che riescono a trasmettere attraverso le loro sonorità ciò che viene tramutato in energia e che si può legare in modo intrinseco a ciò che viviamo, giorno per giorno, minuto dopo minuto ma anche a decine di anni di distanza, custodisce gelosamente questo tesoro.

Ognuno ha la possibilità di attingere a quel prezioso scrigno, un magazzino multiforme ed unico quanto mutevole, personale.

Perché non è vero che la vita è breve. La vita, se ben vissuta è lunga, ricca di sfaccettature, emozioni, sentimenti, momenti incredibili di bellezza ammaliante, di crudeltà infinita, di paura, d’amore, di rancore o di gioia. Una trama fittissima di filamenti che si intersecano con le vite di chi abbiamo vicino, che si intreccia con ENERGIE misteriose ed evanescenti, con forze sconosciute ed universi paralleli, impalpabili, immateriali, nascosti ed insondabili. Una trama dove alcuni gioielli si sono intrecciati ed incarnati in seno alle nostre emozioni, Dove perle multicolori si sono avvinghiate a evanescenti sentimenti, dove sinuose melodie si sono inglobate ai nostri pensieri, a riempire il nostro cuore. A riempire il cuore di chi come noi ne è stato ammaliato, di chi come noi è rimasto avvinghiato a quest’orda di intrecci che sta ricoprendo il mondo. A condividere il nostro cuore, la nostra vita, con la vita di chi come noi ha saputo percepire queste forze immense e meravigliose. Un forziere di Energie .

Ogni nostro percorso nella vita implica il lasciare delle impronte alle nostre spalle. Queste tracce spesso svaniscono nel tempo, soffiate via dai venti dell’esistenza, altre volte si fossilizzano e perdurano a testimonianza del nostro incedere nel cammino della vita. Ed i gioielli emotivi intersecati in questa trama, come Note incastonate in queste impronte, pietre miliari in questo ordito multirazziale di vite vissute ed in continuo Movimento e crescita, continueranno a vibrare per sempre a testimonianza di ciò che il nostro cuore ha provato, di ciò che la nostra anima ha vissuto.

E tramite la vibrazione sonora portare i nostri ricordi nell’eternità. 

Una formula magica:

M.E.M.E.

Musica Energia Movimento Eternità

Evocazioni Musicaliultima modifica: 2020-06-06T09:55:07+02:00da vividistinto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento